© 2020 by Marcello Pedruzzi

Marcello Pedruzzi - The Blog

These are a few of my favorite things.

August 18, 2013

Amore mio

Amore mio, ti dò l’appuntamento,
so far tutto, o forse niente, da domani si vedrà.

Sarà quel che sarà: se la notte piangerò,
una nenia di paese canterò.

Amore mio ti bacio sulla bocca
e tutto passa e tutto se ne va.



© Marcello Pedruzzi agosto 2013, a D.

August 18, 2013

Di nuovo mi ritrovo nel Giardino dell’Inn,
lontano dalla quotidianità, Eden per me.
Questi monti, questi laghi, questa luce.

Un vento immane mi soffia contro,
lo stesso vento che spazza via le nuvole
e che salendo muove onde sul lago.

Cavalli al galoppo come in un fi...

April 23, 2013

Tre parole inaspettate che scaldano il cuore

il profumo del glicine prima del tramonto:

che bella giornata di primavera!

 

©Marcello Pedruzzi 2013

April 20, 2013

Lassù, vicino al ciel, ho visto un dì la grande valle:

un mondo dove tutta la realtà è nel silenzio.

Un fior, un casolar, un fuoco acceso,

l'intimità che l'animo fa rimaner muto.

 

© Marcello Pedruzzi 2013, testo anonimo sul brano My Way (G. Thibault)

March 4, 2013

È inutile correre, la vita ha la sua velocità.
Pensi di poter arrivare prima,
in realtà sei arrivato più di fretta.

Rennen hilft nichts, das Leben hat sein Tempo.
Du denkst, Du kannst früher ankommen,
aber eigentlich kommst du nur mit mehr Eile an.

Courir n’est point...

May 14, 2012

Una musica un po’ jazz, un profumo

di biscotto, luce soffusa, spot.

Qualcuno si muove, lei sta cantando.

Attraverso il bicchiere con lo sguardo.

 

In un movimento iperbolico

il cristallino mette a fuoco

il riflesso del lampadario,

delle sue gocce di cristallo,

che si specchia n...

April 30, 2012

Non puoi diventare ciò che non sei, ma puoi diventare ciò che sei davvero.

 

©Marcello Pedruzzi 2012

April 30, 2012

Non puoi diventare ciò che non sei, ma puoi diventare ciò che sei davvero.

 

© Marcello Pedruzzi 2012

June 6, 2010

Svegliandosi cercò di volare. Ma le avevano spezzato le ali ed il dolore atroce la costringeva a terra: sapeva che stava per morire. Eppure la frfalla era convinta di avere un altro destino. Chi era stato? Cos'era successo? Perché?

 

E mentre in un’ultima speranza si chi...

Please reload

Recent Posts

February 6, 2017

February 6, 2017

November 7, 2016

August 22, 2016

Please reload

Archive
Please reload

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon